Il più buono dei rossi ha ammazzato suo padre – Pietro Scarso

Browse By

[13.26.57] Diego Pillon: sei pronto? hai mangiato? hai cagato?
[13.27.20] pietro scarso: eccomi, dimmi tutto coglione!

Comincia così la nostra conversazione su Skype con l’eclettico e multitasking Pietro Scarso, artista vicentino.
Si può intuire che l’intervista non sarà “come quelle normali”, d’altronde, provocare, è il suo verbo preferito!

.

[13.27.47] Diego Pillon: chi sei? chi è Pietro Scarso?
[13.28.29] pietro scarso: chi sono? sono Pietro Scarso, nato sordo parlando, imparando.
[13.30.01] Diego Pillon: ti consideri un artista oppure sono gli altri che lo dicono?
[13.31.22] pietro scarso: beh…tra me e gli altri c’è un equilibro e senza di loro non sarei artista.
[13.30.11] Diego Pillon: in che campi ti sei specializzato?
[13.32.27] pietro scarso: beh i campi  dipendono dai periodi e dalle novità personali.

.

[13.32.51] Diego Pillon: quindi cambi a seconda del tuo periodoe ora in che fase sei?
[13.34.05] pietro scarso: in questo momento mi interesso molto al video-arte…però, a volte, mi manca anche la mia vecchia fase legata alla pittura, che ho tralasciato per motivi di spazio e per la mancanza di rapporti culturali a Vicenza e in Italia.
[13.35.14] Diego Pillon: mi pare che nella tua risposta ci sia un pizzico di critica nei confronto del panorama artistico italiano,mi hanno detto che sei un tipo scontroso…
[13.36.18] pietro scarso: è vero, per evitare di creare il banalismo, ho bisogno del confronto con gli altri per aumentare la qualità: purtroppo non sempre è possibile.

.

[13.39.33] Diego Pillon: Pietro Scarso è un nome che risuona a Vicenza ormai, potresti cambiare zona, no?
[13.42.27] pietro scarso: le zone si differenziano solo per la vivacità quotidiana. Il lavoro e il carattere restano uguali in ogni zona del mondo e cambiano soltanto gli oggetti che ci circondano.

[13.43.47] Diego Pillon: e quindi? dici sia inutile spostarti? resterai per sempre deluso e triste?
[13.45.26] pietro scarso: non è una delusione o una tristezza il fatto di restare. Mi sta bene restare nel posto monotono con la gente monotona che mi riempie di mille sorprese. Non mi va di fare feste, di bere birra, di avere a che fare con donne come artisti famosi.

.

[13.46.47] Diego Pillon: mi aspettavo delle risposte più allegresei felice in questo momento?
[13.49.28] pietro scarso: beh l’arte non è una cosa allegra come dipingere i paesaggi, che rimane una bella fogna.
[13.49.15] Diego Pillon: che progetti hai per il tuo futuro?[13.50.06] pietro scarso: i progetti? top secret…

.

[13.52.34] Diego Pillon: cosa fa un’artista durante il giorno? la tua giornata tipica? hai una vita sregolata?
[13.54.21] pietro scarso: la mia giornata tipica è dormire tutto il giorno, solo di notte riesco a concentrarmi meglio sul lavoro grazie al silenzio. Vita sregolata? mmmmh….non bevo, non uso le droghe e puttane niente, i soldi rubati niente…per essere una vera star artist devo fare la vita sregolata e morire presto. Ma preferisco osservare la realtà e vivere a lungo

[13.56.47] Diego Pillon: la realtà…è la tua ispirazione?quali sono le altre tue fonti di ispirazione?hai una musa? o un muso?
[13.59.42] pietro scarso: ispirazione? non cerco ispirazione ma di capire come funziona la realtà perchè ogni persona o ogni periodo mi trasmettono un modo diverso di guardare la realtà. Non esiste l’omogeneità, c’è chi lo fa per lavoro o chi per passatempo. 
Mi baso spesso sulla realtà in cui viviamo
e mi diverto a cambiarla con  video e altro. Una musa o un muso? preferisco un mulo che muso

.

[14.01.35] Diego Pillon: le tue opere sono ironiche e provocatorie, perché secondo te è importante che l’arte trasmetta ciò?
[14.07.19] pietro scarso: Il mio maestro Otello De Maria che mi  insegnava durante il corso di pittura per un anno, in realtà non mi insegnava un cazzo e mi lasciava libero di dipingere, e mi diceva sempre quando mi osservava “bravo così perchè la gente non capisce niente”. Poi mi sono rotto i coglioni della stessa frase e ho deciso di voler imparare di più. Invece aveva ragione, la gente non capisce niente quindi non credo che l’arte abbia bisogno di trasmettere qualcosa…almeno credo, appunto uso l’ironia e provocazione così la gente può domandarsi “ma perchè?”

.

[14.08.16] Diego Pillon: dove hai esposto in passato?
[14.10.12] pietro scarso: spesso portavo le mie opere ai locali o in bar dove mi trovano bene. Poi dal barbiere e qualche mostra collettiva. Ora sto preparando una mostra collettiva in Germania e Francia
[14.12.53] Diego Pillon: bene, abbiamo scoperto che un progetto futuro è una mostra collettiva in Germania e Francia…si può sapere dove e quando?
[14.13.34] pietro scarso: beh queste cose sono pubbliche…mi ero dimenticato di dirlo. Dove o quando? fra due settimane mi pare in Germania poi in primavera in Francia e poi settembre a Caldogno sempre con gli stessi artisti, vicentini francesci e tedeschi


[14.15.00] Diego Pillon: figata! 

Pietro Scarso on Facebook
Pietro Scarso on Youtube
Blog di Pietro Scarso
Capannus

One thought on “Il più buono dei rossi ha ammazzato suo padre – Pietro Scarso”

  1. Pingback: Il festival artistico di Questa Non È Arte 2016: quali saranno gli artisti, i performer e i musicisti? – Questa Non È Arte – This is Not Art
  2. Trackback: Il festival artistico di Questa Non È Arte 2016: quali saranno gli artisti, i performer e i musicisti? – Questa Non È Arte – This is Not Art

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *