Incontri ravvicinati con strani tipi – Captain Mantell

Browse By

Nella storia dei viaggi spaziali mancano all’appello numerosi astronauti morti in varie missioni, dei quali non vi è traccia nella storia ufficiale perché le autorità non hanno mai ammesso la loro morte, spesso negando l’evidenza.
Noi li abbiamo aspettati, seguiti e braccati. E li abbiamo catturati. Scortati ed accompagnati forzatamente in una location sconosciuta tra la Luna e Marte, li abbiamo costretti a confessare, con il ricatto di non riportarli  al Fiddlers Elbow per l’ultima data del loro tour in UK.
In cambio abbiamo promesso una sola cosa. E non hanno saputo resisterci.

1) Il 2013 rappresenta per molti un anno di cambiamenti. E mettendo insieme i Maya ed un numero fortuito sembra ci siamo tutti lanciati in un’avventura senza tempo. Cambio di line-up, nuovo disco, insomma anche per voi è venuto il tempo di appendere al chiodo le tute spaziali?
captain-mantell-questa-non-e-arteBeh, in effetti si, questo 2013 è un anno strano e penso porterà parecchi cambiamenti, non solo nella nostra formazione ma in tutto il mondo. E non per questioni magiche, esoteriche o per i Maya, ma penso che si stia raggiungendo la consapevolezza che le cose così non funzionano.. ci sono dei meccanismi troppo legati all’economia e non alla moralità che alla fine porteranno alla distruzione di questo sistema!
Ma veniamo a noi..

2) Tutto il vostro progetto è legato da una storia, quella di Captain Mantell del quale raccontate le avventure attraverso la musica. Siete così coraggiosi come Thomas Mantell, che per raggiungere la verità rischierete la vita?

3) Reputo l’aspetto musicale di 7Times7 molto ipnotico e diretto, se dovessi fare una critica posso considerarlo poco sperimentale musicalmente, se paragonato ai lavori passati?
Si. Diciamo che è decisamente più diretto. Sono canzoni nate con la chitarra e registrate in presa diretta, senza quindi modificare la registrazione originale, quindi quello che si sente è quello che facciamo dal vivo, ed è reale senza artifici. Nei dischi precedenti invece, lavoravamo molto nella post produzione, aggiungendo suoni elettronici e appunto lavorando ad un suono globale che probabilmente era più sperimentale, anche se quando lo riascolto credo sia solo il nostro suono e non mi pare di aver sperimentato niente ma solo di aver fatto quello che avevo in testa.

4) La contaminazione in questo disco ci sembra avvenire più a livello orizzontale, su diversi supporti e varie collaborazioni. Forse la “sola” musica vi è diventata stretta?

5) Dal viaggio interstellare al tour internazionale. Anche se non siete nuovi ai tour in Europa, raccontateci una figaggine ed una curiosità di questo tour!
captain-mantell-questa-non-e-arte-7-times-7Vuoi sentirti anche delle sfighe oppure no? Beh, allora, questo non si può dire, quello nemmeno..[ahah]
Beh, potremmo parlarvi di Gherard! Non si sa chi sia Gherard, se un uomo, una telecamera, un robot..Gherard era il proprietario di un locale a L’Aja, il primo Coffee Shop dove abbiamo suonato, e, nonostante ci fossimo scritti parecchie mail prima di arrivare lì, quando siamo arrivati non l’abbiamo visto. E non l’abbiamo neppure incontrato in tutta la giornata, serata..insomma, mai visto! Tuttavia lui il giorno dopo ci ha scritto una mail dicendo: “Good gig, guys!” E allora noi ci siamo chiesti quando cazzo è venuto a vederci e.. siccome era pieno di telecamere, come ovunque in Europa, ci piace pensare che ci abbia visto attraverso la sua tv! Magari ha una sua stanza dei bottoni con mille video dai quali guarda tutto il suo locale ma forse tutto il mondo!Gherard c’è..e questa e una curiosità!

Una figaggine..ecco non c’entra nulla con questo tour ma vorremmo pubblicamente ringraziare un meccanico del Molise, Giuseppe che ci ha riparato il furgone salvandoci il culo finchè stavamo andando verso il Sud D’Italia..esistono ancora persone così!

6) Quale gruppo o canzoni avreste lasciato volentieri sulla Luna?
Ammiraglio Mauro Dix: So che lui dice i Guns ‘n Roses, allora io dico Kiss!
Captain Mantell: Io dico Guns ‘n Roses!

7) Il futuro è delle donne, della musica o dei robot?
Delle donne robot musiciste!

Captain Mantell Official Web Site
7Times7-the all project on YouTube
7Times7 on SoundCloud
Captain Mantell on Facebook
Captain Mantell – Wait for The Rain live in Essen (D) on YouTube

[Ci scusiamo per la qualità del video ma è stato girato in condizioni spaziali estreme, e per l’audio, evidentemente in ritardo per cause spaziali.]

One thought on “Incontri ravvicinati con strani tipi – Captain Mantell”

  1. trasloco-casa says:

    Grazie per il vostro articolo, mi sembra molto utile, proverò senz’altro a sperimentare quanto avete indicato… c’è solo una cosa di cui vorrei parlare più approfonditamente, ho scritto una mail al vostro indirizzo al riguardo.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *