Le donne tornano di moda – PINS

Browse By

Ciao a tutti! Le giornate si allungano, ogni tanto spunta il sole e la primavera sta arrivando..ci stiamo svegliando dal nostro torpore!
Stiamo, infatti, piano piano tornando a proporvi del materiale completamente nuovo! Ecco quindi un’intervista ad un gruppo only-female di Manchester che abbiamo incontrato un paio di settimane fa all’Old Blue Last. Mi hanno particolarmente colpito, e poi, visto il mio passato in un gruppo femminile, potevo non essere così curiosa e non intervistarle? Ovviamente no.

Loro sono Faith (voce + chitarra), Anna (basso), Lois (chitarra), Sophie (batteria) ..ma scopriamole meglio insieme!

pins-manchester-female-band1 – Credo che la vostra musica sia una combinazione tra la new wave anni ’80, l’approccio degli anni ’70 e il cantautorato esistenzialita degli anni ’90. Dove meglio collocate le vostre influenze musicali? Più vicino a PJ Harvey, Janis Joplin o Patty Smith?
Faith – effettivamente sono una fan di PJ Harvey, Janis JoplinPatti Smith! Non so tuttavia se farei riferimento ad una di loro come nostra influenza musicale. Credo Patti Smith possa essere più vicino al mio modo di pormi, leggo molte sue poesie ed ascolto buona parte della sua musica.
Lois – credo che le nostre influenze musicali cambino di giorno in giorno e deliberatamente non vorrei avere restrizioni. Ascoltiamo gruppi molto diversi e cerchiamo di prendere elementi da tutti i generi per poi portarli nella nostra musica, alcune volte funziona, altre no, ma è sicuramente più interessante lavorare in questo modo.

2 – Composizione classica: basso, chitarra, voce e batteria. Non credete che per avere successo in questi tempi sia necessario avere un approccio più elettronico?
Faith – può essere, non saprei. Sono ancora una fan di questo tipo di gruppi, rock n roll tutta la vita!
Cerco di non preoccuparmi troppo per quello che è o non è di moda o quello che può aiutare il gruppo dal punto di vista economico,o cose simili..alla fine scriviamo canzoni che ci fanno stare bene, se qualcun’altro condivide questo stato d’animo con noi è il benvenuto.
Lois – Si, credo sarebbe stupido dire che alla gente piace solo un certo tipo di musica, ed ovviamente dipende poi da come si classifica certa musica. Il set up che abbiamo suona bene live, ci piace aggiungere cose in più in studio e cerchiamo poi di fare suonare tutto insieme in modo che non diventi troppo diffiicile.

pins-manchester-female-alternative-rock3 – “Girls like us” mi piace molto sembra vogliate dire: “Hey, non siamo niente di speciale, solo ragazze che amano suonare. Vi sentite diverse perchè siete un gruppo di sole donne?
Faith – beh, direi che Girls Like Us ci rappresenta nel senso che siamo noi a dire che siamo speciali! Nel senso che siamo ragazze e ci fa piacere suonare ma anche che quello che facciamo è veramente speciale per noi, adoriamo fare parte di questo gruppo!
LoisGirls like us può essere intesa anche per chi è appassionato a fare qualcosa, ha fiducia di quello che fa e per le cose che fa. Per quanto ci rigurda, stiamo suonando e ce la mettiamo tutta in quello che facciamo, ci fa stare bene.

4 – In Italia e nei Paesi mediterranei, le persone e i giornali sono più attirati dalle donne musiciste (magari mezze nude). La musica è solo secondaria e complementare. Che cosa fareste una volta invitate in questi Paesi per un tour?
Faith – Spero che ci inviteranno per sentirci suonare. Il fatto di essere donne non è un problema per concerti, ma nonme, infatti non avrei problemi ad includere un ragazzo nel gruppo. La nudità è accettata ai nostri concerti..ma non è proprio parte del nostro modo di porci!

5 -Siamo venuti a sentirvi all’Old Blue Last e ci sono piaciuti molto anche i Bad Grammar (duo bravissimo, molto giovane, ndr). Com’è la scena musicale a Manchester?
Faith – amiamo i Bad Grammar! Mi fa piacere vi siano piaciuti! Manchester è una bella città dove essere una band, ci sono un sacco di ragazzini che stanno facendo un ottimo lavoro.
Lois -c’è una scena molto diversa in città di questa portata ed è bello essere circondati da influenze musicali cosiì diverse. C’è anche Leeds, Liverpool e Sheffield (tra le altre) che non sono molto distanti per incontrare/ascoltare nuovi gruppi.

pins-manchester-female-band6 – Ho letto in un’intervista che vi piace evolvere e sperimentare: pensate sia la parte entusiasmente dell’essere musiciste o semplicemente vi piace essere considerate “sopra le righe”?
Faith – è una progressione naturale..sicuramente nessuno vuole fare sempre la stessa cosa. Una delle sensazioni migliori che ho da quando sono parte del gruppo è l’emozione per la prossima cosa che faremo. Non ho paura di essere sopra o sotto le righe.
Lois – Più si fa e più si impara da quello che si fa, e poi si può usare quell’esperienza per provare e fare qualcosa di nuovo. Siamo persone curiose ed avventurose, non credo ci potrebbe essere un altro modo di fare le cose.

7 – Come nascono le canzoni? Prima il testo o la musica? Chi scrive? Sono parte di esperienze personali?
Faith – L’album è la combinazione del lavoro mio e di Lois, che abbiamo cercato di creare canzoni ad hoc, e di jam session in sala prove, che poi hanno dato vita a vere e proprie canzoni. Ci sono poi canzoni scritte con la nostra ex-batterista, Lara Williams, ed altre con Sophie. Per la maggior parte i testi li scrivo io, dopo aver scritto la musica. Mi piace scrivere prima di addormentarmi.

8 – Tra poco andrete in tour negli USA. Diventerete famose? Cosa dovremo aspettarci?
Faith – probabilmente le TV fuori dagli hotel..e cose simili..

Sito Ufficiale PINS
PINS on Facebook
PINS on Soundcloud

One thought on “Le donne tornano di moda – PINS”

  1. stupendizia says:

    Brave ragazze, mi piace il vostro spirito, il vostro modo di affrontare la musica ed il mondo, vi auguro con tutto cuore di trovare i migliori microfoni americani ad intervistarvi…

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *