Il pozzo è colmo di arte

Browse By

Pronti a tirare su la carrucola? Il secchio che getterete dentro al pozzo si riempirà fino all’orlo di arte e di artisti.

All’inizio di marzo vi davamo notizia di una open call rivolta ad artisti pronti a mettersi in vetrina nei negozi sfitti di Marano Vicentino ed ecco che il tempo passa, l’acqua scorre e i pozzi si riempiono.

Il progetto di Samarcanda Cooperativa Sociale Onlus è pronta a partire e già dal week end che sta arrivando ci invita a scoprire tanti aspetti del vivere artistico.

Le iniziative si svolgono nei week end di maggio con esposizioni e laboratori.

14 e 15 maggio

In Piazza Silva Nereo Crosara proporrà Le vie hors de moi;

In Via XXV Aprile sarà proiettato I luoghi dell’abbandono. L’abbandono di un passato glorioso, ovvero l’esperienza della Lanerossi che diventa una riflessione sui luoghi dismessi. Questo appuntamento è un percorso creato da artisti affermati sul tema de “La rinascita”

In via Capitello di Sotto Tatiana Rubini: Artigiana dell’Arte, propone Barriere – viaggio fotografico in Palestina;

Infine in via IV Novembre Adriano Danzo con Sculture in legno – Wood carving. Quando il legno prende vita.

Domenica 15 è anche il giorno del laboratorio proposto da Cristina Pieropan. Illustratrice affermata che ha al suo attivo numerose pubblicazioni con il settore infanzia: Kite, Lapis, Adriano Salani, Rizzoli Corriere della sera.

Per informazioni e iscrizioni: Biblioteca civica, via Marconi 9; Tel 0445 598861 – biblioteca@comune.marano.vi.it. Il costo di ogni singolo laboratorio è di 20 euro (gratuiti per gli artisti partecipanti al Pozzo dell’Arte 2016)

21/22 maggio

Il week end successivo vediamo chi sarà a mettersi in vetrina

In Piazza Silva Giovanni Luca con Mondi diversi;

In via XXV Aprile Silvana Busato con Astratto;

In via Capitello di Sotto Giovanni Gualtiero con Il risveglio dell’arte;

Mentre in via IV Novembre Michele De Rizzo con Armonie di colori e forme;

Per l’appuntamento speciale con il tema su “La rinascita” il 22 maggio Amos Torresin porterà a Il Pozzo dell’Arte 2016 El Coq Ristorante, una sperimentazione che vede protagonista un materiale apparentemente irrecuperabile unito alla creatività.

Sempre domenica 22 maggio il laboratorio di marionette da polso con Coppelia Theatre. Un progetto a metà tra una compagnia teatrale e un laboratorio artistico. Nasce nel 2010 dall’incontro tra Coppelia e Valentina Vertigo. Dal 2012 risiede sui colli parmensi con un laboratorio di costruzione e di manipolazione di marionette .

Per informazioni e iscrizioni: Biblioteca civica, via Marconi 9; Tel 0445 598861 – biblioteca@comune.marano.vi.it. Il costo di ogni singolo laboratorio è di 20 euro (gratuiti per gli artisti partecipanti al Pozzo dell’Arte 2016)

28/29 maggio 

Ultimo week end di mostre e ultime occasioni per attingere al pozzo!

In Piazza Silva l’Associazione Culturale Arte Oltre che affronta il tema de La Rinascita;

In via XXV Aprile Renato Dalla Vecchia espone The colors in Australia;

In via Capitello di Sotto Matteo Passuello espone Quanto di più bello ho trovato;

Mentre in via IV Novembre trovate il Collettivo con Voci nell’ombra.

Ultimo laboratorio domenica 29 maggio con Piero Martinello, fotografo. Si forma presso FABBRICA, il centro internazionale di ricerca per la comunicazione di Benetton, fondato nel 1994 su iniziativa di Oliviero Toscani. Studia anche presso l’Istituto Superiore di Fotografia e Arti Visive di Padova. Ha realizzato una serie di campagne no-profit per l’Organizzazione Mondiale della Sanità, due campagne per United Colors of Benetton. Ha New York è stato assistente di Mary Ellen Mark e a Londra del duo artistico Adam Broomberg & Oliver Chanarin

Per informazioni e iscrizioni: Biblioteca civica, via Marconi 9; Tel 0445 598861 – biblioteca@comune.marano.vi.it. Il costo di ogni singolo laboratorio è di 20 euro (gratuiti per gli artisti partecipanti al Pozzo dell’Arte 2016)

Per ulteriori info seguite la pagina FB dell’iniziativa seguendo questo link… e non dimenticate di bere l’acqua del pozzo.

ilPozzo-LOGO

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *