Working Title Film Festival 2017 – Il lavoro e il futuro in regia

Browse By

Working Title Film Festival, in concorso 17 film da tutto il mondo

Diciassette film in concorso da Europa, Giappone e Canada, più 3 film fuori concorso, nell’ambito di un omaggio e di un evento speciale. La seconda edizione del Working Title Film Festival, il festival del cinema del lavoro in programma a Vicenza dal 27 aprile al Primo maggio 2017 diventa internazionale e Questa Non E’ Arte è ben felice di collaborare come media partner a questa fantastica iniziativa. 

working title film festival film cinema concorso

La città del Palladio ha già ospitato negli stessi giorni del 2016 l’evento – promosso dall’associazione Lies Laboratorio dell’Inchiesta Economica e Sociale – che vuole dare visibilità al meglio del cinema indipendente che racconta il mondo del lavoro e i molteplici temi che con esso si intrecciano.

La grande novità di quest’anno è il bando di concorso internazionale, diffuso sia sui canali web sia sulla piattaforma FilmFestivalLIfe, che ha privilegiato i registi under 35 e i film sul tema del lavoro in relazione ai temi della diversità, del rapporto con l’Altro e delle migrazioni.

Fra i 54 film che si sono candidati, 17 sono stati ammessi al concorso: 9 film italiani, 2 dal Belgio, 2 dalla Germania, uno a testa per Olanda, Grecia, Giappone e Canada.

«Sono rimasta colpita dall’alta qualità dei film proposti – commenta la direttrice artistica Marina Resta e mi dà speranza l’ampia presenza di regia al femminile, ben 11 registe donne. Daremo particolare spazio al cinema giovane, alle opere prime e alla “fucina” delle scuole di cinema europee, dove abbiamo trovato registi già di grande maturità tecnica e di sguardo. La varietà di generi e linguaggi è assicurata: in programma ci sono 13 film documentari, 2 film di finzione, un film di animazione e uno che ibrida documentario e animazione».

Giuria e doppio concorso per “lunghi” e “corti”

La giuria del Working Title Film Festival è formata dai registi Razi Mohebi, Soheila Javaheri e Francesco Clerici e dalle giornaliste e critiche cinematografiche Maria GrossoChiara Zanini assegnerà due distinti premi: uno per il migliore fra i 7 film “lunghi” (sopra i 50 minuti di durata), e uno per il più bello fra i 10 “corti” (sotto i 50 minuti).

La premiazione si terrà la sera del Primo maggio al Cinema Primavera di Vicenza, dove si terranno tutte le proiezioni. Le altre due location del festival saranno il Polo Giovani B55, che ospiterà due dibattiti, lo spazio Exworks, che sarà la “casa” degli eventi artistici.

Il programma completo sarà presentato al più presto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *